Lombard Odier Investment Managers attende le novità di Draghi

A
A
A
di Luca Spoldi 7 Marzo 2016 | 13:10

Mario Draghi dovrebbe tagliare di altri 10-20 basis point i tassi sui depositi Bce e potrebbe annunciare un ulteriore ampliamento ed estensione del QE giovedì prossimo. Per Lombard Odier Investment Managers si va verso una giapponesizzazione del mercato dei bond

In attesa della riunione di politica monetaria della Bce prevista giovedì a Francoforte, Salman Ahmed, global strategist di Lombard Odier Investment Managers, si aspetta tassi di interesse negativi ancora maggiori e l’adozione, da parte di Mario Draghi, “di una strategia accomodante con un potenziale taglio dei tassi di 20 basis point”. Per quel che riguarda il programma di quantitative easing (QE), “portata e durata saranno di importanza cruciale e ci aspettiamo una crescita di entrambi”, ma soprattutto le parole di Draghi, compreso il modo in cui saranno implementati i tassi negativi, saranno essenziali.

SI VA VERSO GIAPPONESIZZAZIONE DEL REDDITO FISSO – Secondo lo strategist di Lombard Odier Investment Managers come reazione, i mercati “proseguiranno la tendenza di nipponizzazione, in particolare i bund tedeschi. I bond decennali giapponesi hanno iniziato a entrare in territorio negativo ed è solo questione di tempo prima che questo avvenga anche in Europa. Qui, infatti, i rendimenti sono già bassi, ma rispetto al Giappone c'è ancora spazio per un ulteriore calo di 20-25 basis point”. Se invece Draghi dovesse deludere i mercati e si verificasse un sell-off nei mercati obbligazionari europei, “considereremmo la situazione temporanea, vista la gravità sottostante nel mercato dei tassi, che punta ancora al ribasso data l'incidenza di disinflazione/deflazione”. In quel caso sarebbe dunque il momento di comprare, non certo di vendere.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

MPS, accelerata di Draghi verso la privatizzazione

Il governo Draghi rilancia l’appeal delle banche italiane fra gli investitori

Mario Draghi: l’uomo giusto, nel posto giusto, al momento giusto

NEWSLETTER
Iscriviti
X