Borsa di Milano: Tenaris e Saipem in netto calo, si mette in luce Exor

A
A
A
di Luca Spoldi 24 Febbraio 2016 | 09:45

Piazza Affari torna di nuovo indietro, come i principali listini asiatici ed europei stamane. Tra i titoli brilla Exor, mentre perdono quota petroliferi, bancari e industriali

INDICI SUBITO IN CALO DI OLTRE UN PUNTO – Mattinata che si apre all’insegna di un certo nervosismo a Piazza Affari che al pari dei principali listini asiatici ed europei risente del calo del petrolio dopo che ieri l’Iran ha rigettato l’intesa tra Arabia Saudita e Russia per calmierare la produzione petrolifera. Così dopo un’ora abbondante di scambi a Milano l’indice Ftse Mib cede l’1,36%, il Ftse Italia All-Share segna -1,23%, il Ftse Italia Star perde lo 0,53% e anche il Ftse Aim Italia oscilla a -0,28%.

EXOR ESCE DA BANIJAY CON PLUSVALENZA – Tra le blue chip tricolori si mette in luce Exor, con un rialzo dell’1,41% dopo aver annunciato la cessione del suo 17,1% in Banijay, società di produzione e distribuzione televisiva fusasi con Zodiak Media (gruppo De Agostini), per 60,1 milioni in contanti con una plusvalenza di 24,8 milioni. Positive anche Mediaset e Campari, mentre perdono quota i petroliferi con Tenaris a -4,99% e Saipem a -3,91%, i bancari con Mps a -2,33% e gli industriali con Ferrari e Finmeccanica che cedono oltre 2 punti a testa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari, Del Vecchio-Caltagirone: rischio concerto?

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

Scudetto a rischio e coppe incerte: la Juve sale, frena la Lazio in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X