Borse sempre in calo: tre fattori per ritrovare la calma

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Febbraio 2016 | 14:15

Ancora una giornata a negativa per le borse europee, su cui pesano alcune trimestrali. Per Anima Sgr occorrono tre fattori per rilistini euportare la calma. Sarà un processo nè breve nè facile ma necessario


Ancora una giornata di perdite diffuse per i listini europei, che vedono l’Eurostoxx50 perdere il 2,85%, complici una serie di trimestrali deludenti in particolare da parte di banche e assicurazioni. Ma cosa potrebbe consentire ai listini di superare la fase di elevata volatilità e di progressivi ribassi apertasi a inizio anno, dopo la decisione della Federal Reserve di alzare per la prima volta dopo sette anni i tassi ufficiali sul dollaro, in presenza di un rallentamento in atto in Cina e nei principali mercati emergenti?

ANIMA: COSA SERVE PER RICOSTRUIRE FIDUCIA – Secondo gli esperti di Anima Sgr si dovranno attendere segnali positivi che dovrebbero registrarsi in presenza dei alcuni fattori quali: la Federal Reserve che procrastini decisamente l’azione appena intrapresa di normalizzazione dei tassi; la Bce che punti a migliorare la situazione delle banche, più cha a spingere i tassi ancora più in basso; il governo cinese che alla fine opti per una svalutazione della sua moneta, stabilizzi le sue riserve valutarie e supporti in misura maggiore la crescita interna. Un percorso, avvertono gli uomini di Anima Sgr, “né breve, né facile, ma necessario per stabilizzare i mercati e ricostituire un clima di fiducia per le famiglie, le imprese e gli investitori”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X