Il fisco Usa multa anche Credit Agricole

A
A
A
di Luca Spoldi 16 Dicembre 2015 | 11:42

Il fisco Usa continua a bacchettare le banche svizzere: stavolta a scendere a patti con l'Irs è stata la filiale elevetica di Credit Agricole che ha ammesso di aver aiutato alcuni clienti ad evadere le tasse

La controllata svizzera di Credit Agricole ha accettato di pagare 99,2 milioni di dollari di penali evitare di andare a processo nell’ambito di un programma degli Stati Uniti che ha già raccolto circa 742 milioni di dollari di sanzioni da 64 diverse banche svizzere che hanno ammesso di aver aiutato contribuenti americani ad evade le tasse. Si tratta della seconda maggiore penale mai pagata, dopo quella di Bsi – Banca svizzera italiana, che a marzo accettò di pagare 211 milioni di dollari.

LA BANCA HA AIUTATO CLIENTI USA A EVADERE LE TASSE – Il Credit Agricole, la terza maggiore banca francese, ha ammesso in una dichiarazione pubblicata ieri che sapeva o avrebbe dovuto sapere che i clienti americani avevano nascosti reddito e patrimonio all’Internal Revenue Service (il fisco americano). Separatamente il Dipartimento di Giustizia Usa ha anche siglato transazioni extragiudiziali con Dreyfus Sons & Co., che ha accettato di pagare 24,2 milioni di dollari, e con Baumann & Cie Banquiers, che pagherà 7,7 milioni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, BPM entra nell’indice Bloomberg Gender Equality

Consulente minacciato, regional manager condannato (in primo grado)

Banca di Asti, spinta sui giovani talenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X