Poste Italiane da martedì sbarca sul listino di Milano

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Ottobre 2015 | 10:16

Il Tesoro ha collocato 453 milioni di azioni di Poste Italiane a 6,75 euro l'una, per un incasso di 3,058 miliardi che potrà salire a 3,364 miliardi se sarà integralmente esercitata l'opzione di greenshoe

Poste Italiane sbarca in borsa da martedì 27 ottobre: una nota del Tesoro ha ufficializzato la chiusura del collocamento con 453 milioni di azioni, pari al 34,7% del capitale sociale, vendute a 6,75 euro per azione (al centro dell’iniziale forchetta indicativa di 6-7,5 euro) per un incasso totale per il Tesoro di 3,058 miliardi di euro.

E’ STATO UN SUCCESSO O NO? – Dai primi commenti a caldo degli analisti sembra prevalere una certa cautela, con alcuni che osservano come probabilmente non si sia voluto tirare troppo sul prezzo per cercare di lasciare un upside nelle prime giornate di borsa, quando i volumi saranno verosimilmente molto elevati. In caso di esercizio integrale dell’opzione di greenshoe (l’offerta ha ricevuto in tutto domande pari a 3,3 volte il quantitativo di titoli collocato) il flottante potrebbe salire al 38,2% del capitale, portando l’incasso per il venditore a 3,364 miliardi di euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari, Del Vecchio-Caltagirone: rischio concerto?

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

Scudetto a rischio e coppe incerte: la Juve sale, frena la Lazio in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X