Da Credit Suisse nuove obbligazioni in dollari Usa

A
A
A
di Gianluca Baldini 1 Settembre 2016 | 10:32

Credit Suisse ha quotato sul MOT di Borsa Italiana le nuove Obbligazioni a tasso misto in dollari Usa Luglio 2026, la settima emissione da inizio anno.

LA QUOTAZIONE – Le nuove obbligazioni (codice ISIN XS1396632504) hanno una durata di dieci anni e pagano, per i primi due anni, una cedola lorda pari al 6,50% del valore nominale in dollari e, dal terzo anno fino a scadenza, cedole variabili pari al tasso USD Libor a 3 mesi, con un minimo pari a 1,25% , corrisposte con cadenza annuale. A scadenza, inoltre, oltre all’ultima cedola, l’obbligazione offre il rimborso del capitale pari al 100% del valore nominale in dollari Usa. Il valore nominale del prodotto è 1.000 dollari.

NUOVA OPPORTUNITA’ DI INVESTIMENTO – “Credit Suisse ha lanciato una nuova opportunità di investimento per gli investitori privati in risposta ai trend di domanda e al crescente interesse ricevuto dal mercato, continuamente alla ricerca di nuove opportunità di trovare rendimenti e diversificare nell’attuale scenario di tassi bassi. Con queste nuove Obbligazioni Credit Suisse si amplia ulteriormente l’offerta di obbligazioni in valuta quotate su Borsa Italiana, e gli investitori hanno a disposizione un nuovo strumento per implementare le proprie scelte di portafoglio e strategie d’investimento”, ha dichiarato Davide Massenzana, responsabile retail structured products sales per l’ltalia di Credit Suisse. Questo tipo di obbligazioni è rivolto a un investitore che abbia l’obiettivo di preservare il capitale investito e ottenere un rendimento variabile in dollari, con un orizzonte temporale di dieci anni. La quotazione sul MOT di Borsa Italiana garantisce una buona liquidabilità del prodotto oltre che la massima trasparenza. Nel caso in cui l’investitore volesse convertire i flussi in una valuta diversa, ad esempio l’euro, il rendimento effettivo delle obbligazioni dipenderà dal tasso di cambio tra questa valuta e il dollaro Usa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti