Swiss Re: occorre trovare nuove soluzioni per colmare gap assicurativo

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Settembre 2015 | 08:44

Il numero uno di Swiss Re, Michel Liès, trova il contesto attuale sfidante ma prevede che in futuro il settore andrà incontro a una trasformazione ancora più radicale e che serva ridurre il gap assicurativo

Secondo Michel M. Liès, Ceo del riassicuratore elvetico Swiss Re, l’attuale contesto di mercato, caratterizzato da bassi tassi di interesse e dalla continua espansione di capitali alternativi, presenta sfide e opportunità, così come la volatilità sui mercati ad elevata crescita e il consolidamento del settore in corso. Guardando al futuro, le nuove tecnologie sono suscettibili di perturbare il settore riassicurativo e potranno avere un impatto su tutte le parti della catena del valore.

GAP ASSICURATIVO DA COLMARE – Questo si rifletterà sull’andamento delle sottoscrizioni e su come i consumatori acquisteranno l’assicurazione in futuro. Allo stesso tempo, in molti paesi, le aziende e gli individui sono ancora sottoassicurati rispetto a rischi chiave, che richiedono uno sforzo a livello di settore per ridurre il divario di protezione.  Sarà dunque necessario, per Liès, concentrarsi su come il settore riassicurativo possa continuare a creare in un mercato in cui le perdite economiche potenziali dovute a calamità naturali e altri rischi sono in crescita ogni anno, mentre la quota di assicurazione non è in aumento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La ribalta della bancassurance spinta dal settore danni

Credem, un nuovo modello per la consulenza assicurativa

Assicurazioni, futuro da 10mld

NEWSLETTER
Iscriviti
X