I dati macro Usa affossano le borse europee

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Settembre 2015 | 15:15

I dati macro americani, più forti del previsto, fanno tremare Wall Street e portano i listini europei a cedere attorno al 2% quando manca meno di un'ora al termine della seduta

BORSE EUROPEE INDIETRO TUTTA – I dati macro americani, più forti del previsto, e il successivo calo di Wall Street, che teme che la Federal Reserve decida a questo punto di alzare comunque i tassi a metà settembre nonostante le incertezze in arrivo dalla Cina l’annuncio della Bce di una possibile estensione del QE europeo, fanno scattare robuste prese di profitto anche su tutte le piazze azionarie europee quando manca meno di un’ora al termine.

UNICREDIT GUIDA I RIBASSI DELLE BLUE CHIP EUROPEE – Londra cede al momento il 2,08%, mentre Parigi perde il 2,27% e Francoforte il 2,18%. Non va meglio a Madrid (-2,09%), con Milano che vede gli indici in rosso del 2,80% dopo aver aperto in ulteriore recupero. Dal canto suo l’Eurostoxx50 è in calo del 2,66%, con titoli come e.On, Intesa Sanpaolo, Rwe, Airbus Group, Bayer, Deutsche Bank, Total, Societe Generale, ING Groep e Repsol in rosso tra 3 e 4 punti a testa. Il peggiore è per il momento Unicredit, in calo del 5%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

5 titoli da comprare sui listini europei

Finanziari europei in crisi, peggio di tutti fa Royal Bank of Scotland

Si torna a scendere, in scia ad assicurazioni, auto ed energia

NEWSLETTER
Iscriviti
X