Milano soffre ancora, tra le blue chip si salva solo Bper

A
A
A
di Luca Spoldi 1 Settembre 2015 | 16:52

Finanziari e titoli del lusso, ma anche ciclici, tra i più colpiti dalle vendite, complici i deludenti dati macro cinesi e statunitensi e l'avvio in calo di Wall Street. Si salva solo Bper, che chiude poco sopra i livelli di ieri


MILANO CONTINUA LA DISCESA – Ancora una seduta dominata dalle vendite per Piazza Affari, che come le altre piazze europee vede gli indici chiudere in rosso, colpita dai dati macro cinesi e dalla partenza in calo di Wall Street. A fine giornata l’indice Ftse Mib cede così il 2,24%, mentre il Ftse Italia All-Share termina a -2,22% e il Ftse Italia Star perde l’1,91%, tutti poco sopra i minimi intraday.

LUSSO E FINANZIARI SOTTO PRESSIONE – Tra le blue chip italiane riesce a evitare il segno meno solo Bper, appena sopra i valori di ieri a fine giornata. In deciso ribasso i titoli del lusso, più sensibili alla frenata della domanda proveniente dall’Asia, con Yoox in calo del 4,4% e Moncler del 3,5%. Deboli anche i finanziari con Mps, Azimut e Unicredit che oscillano tra il 4,3% e il 3,3% di perdita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X