Bper al 100% di CR Saluzzo

A
A
A
di Gianluca Baldini 27 Dicembre 2016 | 16:54

PICCOLA ACQUISIZIONE PER BPER – Non è certo l’acquisizione destinata a cambiare il volto al gruppo, ma anche per Bper il 2016 si chiude con una operazione straordinaria. L’istituto emiliano-romagnolo ha infatti annunciato di aver acquisito il controllo totalitario della Cassa di Risparmio di Saluzzo della quale era già socio di controllo all’80%.

FONDAZIONE CR SALUZZO PASSA ALLA CASSA – Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo, segnala la nota di Bper, ha esercitato l’opzione put per la vendita della rimanenti quote in suo possesso, pari a circa il 20%. L’istituto così acquisito allo scorso 30 giugno registrava nel proprio bilancio un attivo di circa 996,8 milioni, a fronte di una raccolta complessiva da clientela di circa 1.338,3 milioni e di impieghi per 614,3 milioni. Stamane a Piazza Affari Bper oscilla attorno ai 5,195 euro per azione, in rialzo dello 0,68% rispetto alla vigilia, con poco meno di 160 mila pezzi scambiati.

OCCHI PUNTATI SUL SETTORE BANCARIO – L’attenzione degli investitori sul comparto bancario resta alto, dopo le ultime evoluzioni della situazione di Mps, per il quale si prospetta un aumento di capitale superiore a quanto inizialmente previsto e che molti analisti indicavano del tutto insufficiente per procedere ad una cartolarizzazione di tutte le sofferenze in portafoglio a valori allineati a quelli di mercato (ossia attorno al 25% del valore lordo di libro e non del 33% come si era tentato di fare coinvolgendo il fondo Atlante, le cui risorse erano peraltro apparse sin dall’inizio fin troppo esigue per la pluralità di impegni che si era tentato di fargli assumere).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Possibile movimento a “V” per Banca Pop Emilia Romagna. I prossimi target del titolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X