New York resta in attesa, bene Nike dopo la trimestrale

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Giugno 2015 | 16:19

Il listino americano non registra significative variazioni rispetto a ieri, in attesa di vedere se nel weekend verrà o meno trovata l'intesa sul budget greco. Tra i titoli frena Intel, mentre vola Nike dopo la trimestrale. Bond in calo, reggono oro e petrolio

WALL STREET INCERTA – Scambi ormai conclusi sui listini europei, in generale rialzo, mentre Wall Street prosegue la sua attività con indici che si mantengono prudentemente a poca distanza dalle chiusure di ieri. Il Dow Jones segna +0,48%, ma l’S&P500 non va oltre +0,13%, il Nasdaq cede lo 0,35% e le small cap del Russell 2000 perdono lo 0,15%. Tra le blue chip vola Nike (+4,5%) dopo i risultati trimestrali migliori delle attese, mentre cede Intel (-2,6%).

BOND ANCORA IN CALO – I T-bond dal canto loro vedono il rendimento del decennale risalire sul 2,46% e quello del trentennale portarsi sul 3,22%, dopo ulteriori dati macro che confermano come la ripresa Usa appaia nuovamente su un sentiero di ripresa dopo il passaggio a vuoto del primo trimestre. L’oro resta a 1,172,20 dollari l’oncia, una quarantina di centesimi più di ieri, l’argento è a 15,79 dollari (5 centesimi di ribasso) e il petrolio oscilla sui 59,60 dollari al barile, 10 centesimi sotto l’ultimo fixing.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Vix: la paura può giocare brutti scherzi

Mercati, dopo Omicron, un altro colpo a Wall Street dalla Fed

Asset allocation, azioni: attenzione al rendimento reale degli utili

NEWSLETTER
Iscriviti
X