Tsipras fiducioso, Hollande possibilista, Renzi: accordo non ora ma nelle prossime ore

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Giugno 2015 | 14:39

L'accordo tra Grecia e creditori non si trova e l'Eurogruppo sospende i lavori. Tocca al Consiglio Europeo. Tsipras appare fiducioso, Renzi più prudente: l'accordo non sarà raggiunto dal Consiglio Europeo ma è possible "nelle prossime ore"

L’INTESA ANCORA NON C’E’, EUROGRUPPO SOSPENDE LAVORI – Il compromesso tra Grecia e creditori internazionali ancora non si trova e l’Eurogruppo sospende a tempo indeterminato la sua seduta, che riprenderà solo una volta che la Grecia presenterà una lista di riforme in linea con le richieste dei creditori internazionali. Lo stallo non turba però Alexis Tsipras che prima di prendere parte alla riunione dei capi di governo Ue, parallela all’Eurogruppo (dove sono riuniti, come noto, i ministri delle Finanze) ribadisce ai giornalisti che Atene saprà trovare un accordo ed evitare il default che incombe a fine mese.

TSIPRAS OTTIMISTA, RENZI: ACCORDO NELLE PROSSIME ORE -“La storia europea è piena di disaccordi, negoziati e compromessi” spiega il premier greco, secondo il quale “dopo la nostra proposta esaustiva sono fiducioso si possa giungere a un compromesso che aiuti sia la zona euro sia la Grecia a superare la crisi”. Più prudente il presidente del consiglio italiano, Matteo Renzi, secondo cui “la crisi greca sarà risolta non in questo Consiglio Europeo, ma nelle prossime ore”. Moderatamente positivo il presidente francese Francois Hollande, secondo cui “non siamo lontani da un accordo” anche se al momento l’accordo ancora non c’è. E le borse stanno a guardare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Via libera a 10,3 miliardi di euro di aiuti dall’Eurogruppo

Un’intesa tra Atene e i creditori sembra possibile

Per le banche di Atene è l’ora dei concambi bond-azioni

NEWSLETTER
Iscriviti
X