Volkswagen scommette sull’auto elettrica per dimenticare il dieselgate

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Febbraio 2017 | 15:47

VOLKSWAGEN PUNTA SULL’AUTO ELETTRICA – Volkwagen (oggi in calo del 2,5% a Francoforte), tornato lo scorso anno ad essere il maggior produttore automobilistico mondiale, intende lasciarsi definitivamente alle spalle lo scandalo “dieselgate” accelerando la produzione di auto elettriche sullo stile di quanto già deciso dall’americana Tesla. Lo segnala l’agenzia Reuters secondo cui il produttore tedesco punterebbe in particolare a sfruttare l’impianto produttivo di Dresda, il più piccolo degli impianti del gruppo, realizzando anche una rete di stazioni per la ricarica delle batterie in città.

DOPO DRESDA TOCCHERA’ A ZWICKAU – L’impianto di Dresda, che prima del “dieselgate” produceva la berlina Phaeton (costruita sulla base dell’Audi A8), dall’aprile di quest’anno avvierà la produzione della e-Golf (la versione elettrica della Golf, destinata a essere prodotta anche a Wolfsburg), mentre dal 2019 sarà l’impianto di Zwickau  a produrre una nuova piattaforma per auto elettriche.

OBIETTIVI AMBIZIOSI – L’obiettivo di Volkswagen, che prevede di investire diversi miliardi di euro nel progetto, è di diventare uno dei maggiori produttori di auto elettriche al mondo, arrivando a vendere entro il 2025 almeno 1 milione di auto elettriche all’anno grazie in particolare alle vendite in Europa e in Cina, dove la legislazione ambientale sta diventando sempre più stringente.

APP E PARCHEGGI AD HOC – Per favorire la diffusione delle auto elettriche, che secondo alcuni analisti potrebbe rivelarsi più lenta di quanto sperano i produttori automobilistici, a Dresda Volkswagen darà la possibilità agli acquirenti di usufruire del sistema di parcheggio a pagamento sviluppato dalla controllata Sunhill Technologies, sviluppando anche una app in grado di indirizzare rapidamente i guidatori agli spazi per parcheggio liberi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Certificati, Stellantis: ecco come sfruttare la transazione elettrica

Il fund manager Gabrielli: “Ripensare i portafogli in funzione della mobilità elettrica”

Rame e alluminio in ascesa: il piano quinquennale in Cina punta sulle auto elettriche

NEWSLETTER
Iscriviti
X