New York attende segnali dalla Fed sui tassi

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Aprile 2015 | 14:53

Inizio di giornata in lieve calo per New York, in attesa domani di vedere se la Federal Reserve manderà qualche più chiara indicazione ai mercati delle sue intenzioni sui tassi. Farmaceutici e high-tech in evidenza

RIALZO DEI TASSI, SE NE PARLA A SETTEMBRE? – Wall Street prosegue nel suo storno in attesa di novità dal Fomc, apertosi oggi e destinato a concludersi domani sera. Il mercato sembra andarsi convincendo che la Federal Reserve rinvierà a dopo l’estate ogni mossa sui tassi, così da ridurre ulteriormente il tasso di disoccupazione, ma gli investitori vogliono attendere domani per scorgere qualche segnale più preciso dalla dichiarazione che seguirà il termine della riunione del comitato monetario. Per ora il Dow Jones cede lo 0,56, mentre l’S&P500 oscilla a -0,14%, il Nasdaq perde lo 0,61% e le small cap del Russell 2000 restano a +,11%.

FARMACEUTICI E HIGH-TECH SOTTO I RIFLETTORI – Tra le blue chip a stelle e strisce si mettono in luce Merck, Microsoft e Du Pont, mentre perdono quota Apple, UnitedHealth Group, Home Depot e Intel. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale guida scivolare sull’1,95%, mentre quello del trentennale è indicato al 2,63%, in questo modo confermando il leggero irrigidimento della curva rispetto a un mese or sono. L’oro segna 1.204,90 dollari l’oncia consolidando il ritorno sopra quota 1.200 già avvenuto ieri, con l’argento a 16,50 dollari e il petrolio che a sua volta si conferma sui 57,05 dollari al barile, dopo aver chiuso ieri appena un centesimo sotto quota 57 dollari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, azioni: attenzione al rendimento reale degli utili

Asset allocation: ecco lo “stile” vincente da inizio 2021

Asset allocation, settori: ecco vincitori e vinti da inizio 2021

NEWSLETTER
Iscriviti
X