Milano non si fida, indici in calo in attesa di Eurogruppo

A
A
A
di Luca Spoldi 23 Aprile 2015 | 16:56

A Milano gli investitori temono l'ennesimo nulla di fatto sulla crisi greca e preferiscono alleggerire le posizioni. Tra i titoli brilla Buzzi Unicem, che piace a Jp Morgan, mentre perdono quota Stm e Ferragamo


MILANO SFIORA SOLO IL PAREGGIO – Piazza Affari sfiora il pareggio dopo l’avvio in recupero di Wall Street, ma sul finale, in attesa di novità sulla crisi greca dopo che un faccia a faccia Merkel-Tsipras non pare aver modificato le posizioni in vista del prossimo Eurogruppo, qualche ulteriore presa di profittoporta il Ftse Mib a chiudere in rosso di mezzo punto, mentre il Ftse Italia All-Share perde lo 0,54% e il Ftse Italia Star termina a -0,80%.

BUZZI UNICEM CORRE, STM FRENA – Tra le blue chip italiane Buzzi Unicem  beneficia della promozione di Jp Morgan da “underweight” a “overweight” con target price alzato da 11 a 17 euro per azione e chiude a +1,9%, mentre il recupero del greggio fa ripartire Saipem (+1,8%) e Tenaris (+1,25%). In deciso calo Stmicroelectronics (-4,4% dopo la trimestrale deludente di Texas Instruments), Salvatore Ferragamo, dopo che Barclays ha ridotto il giudizio da “overweight” a “equalweight” e il target price da 32 a 31,5 euro, e Finmeccanica, dopo che in giornata ha la Guardia di Finanza ha effettuato una quarantina di perquisizioni in tutta Italia nell’ambito di un’inchiesta a carico di ex manager AgustaWestland coinvolti negli appalti per la fornitura di elicotteri all’Algeria tra il 2009 e il 2011.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti