Il dollaro scivola, New York riparte

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Marzo 2015 | 14:32

L'euro risale a 1,077 contro biglietto verde, indici azionari e T-bond in ripresa, mentre anche oro e petrolio tornano a salire. Tra i titoli vola Nike, la cui trimestrale ha superato le attese del mercato

NIKE CORRE GRAZIE ALLA TRIMESTRALE – Il dollaro tira il fiato, con l’euro che recupera terreno sul biglietto verde tornando a 1,077, e Wall Street e i T-bond rifiatano. Dopo una mezzora abbondante di lavoro a New York il Dow Jones guadagna lo 0,76%, l’S&P500 sale dello 0,65% e il Nasdaq è indicato a +0,69%. Tra le blue chip brillano Nike (in crescita di oltre il 4% grazie a risultati superiori alle attese, in particolare a 89 centesimi di utile per azione nel terzo trimestre fiscale, contro i 75 centesimi mediamente previsti), Chevron, Ibm, Wal-Mart, Goldman Sachs e McDonald’s, tutte oltre un punto di rialzo.

IL T-BOND TRENTENNALE RENDE IL 2,51% – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale ridiscendere sull’1,93% e quello del trentennale sul 2,51%. L’oro prosegue il suo rally partito già ieri e si porta sui 1.174,4 dollari per oncia, mentre l’argento oscilla a 16,28 dollari (17 centesimi meglio di ieri sera) e il petrolio rimbalza sopra i 45 dollari al barile, venendo al momento indicato a 45,69 dollari (1,73 dollari più dell’ultimo fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: l’America First di Wall Street

Mercati, big vs small cap: ecco chi e quando vince a Wall Street

Mercati, Vix: la paura può giocare brutti scherzi

NEWSLETTER
Iscriviti
X