Widerun cerca 30 mila sterline

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Marzo 2015 | 10:46

La startup triestina fondata da Alessandro Scipioni, Tiziano Piccardi e Riccardo Avanzi vuole unire fitness e realtà virtuale. Per riuscirci ha lanciato su Kickstarter una campagna per raccogliere 30 mila sterline

CROWDFUNDING PER ASPIRANTI IMPRENDITORI – Quando le banche non bastano, per finanziare il proprio sogno sempre più aspiranti imprenditori ricorrono al web. Loro sono Widerun, una startup di Trieste e hanno un’idea: consentire a chi vuole fare un poco di esercizio fisico, in particolare cyclette, di non annoiarsi, potendo fruire di dispositivi di realtà virtuale che dialogano con un dispositivo di “bike training” applicabile anche alla bicicletta di casa senza la necessità di recarsi in palestra.

A WIDERUN SERVONO 30 MILA STERLINE – Per realizzare il loro sogno, dopo aver presentato un primo prototipo a San Francisco, i ragazzi di Widerun hanno lanciato una campagna di crowdfunding su Kickstarter con lo scopo di raccogliere entro il prossimo 2 maggio almeno 30 mila sterline. Con ancora 43 giorni a disposizione i tre cofondatori (Alessandro Scipioni, Tiziano Piccardi e Riccardo Avanzi) hanno già raccolto oltre 6.800 sterline dai primi 37 sostenitori.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca del Fucino punta sulla startup

Banche, il fintech è vostro alleato

La tecnologia europea? Ha il suo vantaggio competitivo nel “purpose”

NEWSLETTER
Iscriviti
X