La guerra dei cambi continua: anche Corea e Tailandia tagliano i tassi

A
A
A
di Luca Spoldi 12 Marzo 2015 | 10:15

Con le mosse a sorpresa di Tailandia e Corea del Nord sono ormai 24 le banche centrali di tutto il mondo che hanno ribassato il costo del denaro da inizio 2015. La guerra valutaria prosegue

ANCORA TAGLI DEI TASSI A SORPRESA IN ASIA – La guerra delle valute continua: con una decisione inaspettata la Bank of Korea a tagliato i tassi d’interesse  dal 2% al minimo storico dell’1,75%,  diventando così il 24esimo istituto centrale a ridurre il costo del denaro da inizio anno, nel tentativo di non far apprezzare troppo lo won contro lo yen giapponese. Poco prima dell’annuncio della Corea del Nord, era stata la Tailandia a muoversi annunciando a sua volta di aver ridotto il costo del denaro all’1,75%, mentre sempre in Asia il 3 marzo aveva optato per un taglio l’India (dall’8% al 7,75%) seguita il giorno seguente, in Europa, dalla Polonia (dal 2% all’1,5%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

I mercati non battono ciglio di fronte all’inflazione

Asset allocation, come scegliere nel reddito fisso in funzione dei tassi

Mercati, l’inflazione Usa spaventa Wall St. e forse anche la Fed

NEWSLETTER
Iscriviti
X