Milano rimane sulle sue, bene Mediobanca e Ferragamo

A
A
A
di Luca Spoldi 10 Febbraio 2015 | 09:36

Indici che oscillano attorno ai livelli visti ieri in chiusura, con Mediobanca, Salvatore Ferragamo e Mediaset in buon rialzo, mentre le vendite prevalgono sui petroliferi a partire da Tenaris, dopo i recenti recuperi

MILANO RIMANE CAUTA – Partenza in punta di piedi a Milano e su tutti i principali listini europei, mentre si resta in attesa di sviluppi per le crisi greca e ucraina. Dopo poco più di unn’ora di lavoro l’indice Ftse Mib oscilla a +0,11%, il Ftse Italia All-Share resta a +0,12% e il Ftse Italia Star segna +0,20%. Ieri sera Wall Street l’indice Dow Jones ha ceduto lo 0,53%, l’S&P500 lo 0,42% e il Nasdaq lo 0,39%, mentre stamane in Asia a Tokyo il Nikkei225 è scivolato sui 17.652 yen (-0,33%) mentre Hong Kong è rimasta stabile (+0,03%).

MEDIOBANCA E FERRAGAMO SI METTONO IN LUCE – Tra le blue chip italiane si mettono in luce Mediobanca (che ha smentito ogni interesse per un’integrazione con qualche banca popolare) e Salvatore Ferragamo, che sfiorano il 2% di guadagno. Bene anche Mediaset, attorno all’1,5% di rialzo, mentre Pirelli perde oltre il 2% e Tenaris (-1,75%) è il peggiore tra i petroliferi, oggi tutti in calo dopo i recuperi delle ultime sedute.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Piazza Affari, Del Vecchio-Caltagirone: rischio concerto?

Dopo i sorteggi Champions Juve poco mossa in borsa

Scudetto a rischio e coppe incerte: la Juve sale, frena la Lazio in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X