Juncker: Tsipras non tiri troppo la corda

JUNCKER AVVERTE ATENE – La Grecia non deve pensare “che l’umore generale in Europa sia cambiata al punto l’eurozona avallerebbe l’intera agenda del governo del signor Tsipras, senza limitazioni”. Lo ha ribadito stamane il presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker, parlando ai giornalisti a margine di un evento a Berlino. Atene chiede alla “troika” Ue-Bce-Fmi di lasciar cadere le richieste di austerità che hanno contribuito a distruggere un quarto del prodotto interno lordo greco dall’inizio della crisi, ma il governo ellenico deve anche contribuire a far fronte ai propri obblighi, ricorda l’agenzia Bloomberg.

NECESSARIA RICHIESTA ESTENSIONE BAILOUT – Senza concessioni, il governo di Atene rischia di finire i soldi prima della fine di marzo e questo fatto porterà Alexis Tsipras a dover scegliere se cedere alle richieste europee o uscire dalla moneta unica (“Grexit”). Dietro la retorica pubblica, il governo greco ha iniziato ad assumere un tono più cooperativa negli ultimi colloqui con la troika, secondo quanto riferisce l’agenzia americana citando “un funzionario che rappresenta i creditori” ai colloqui in corso. Allaa Grecia sarebbe stato detto che dovrà chiedere una proroga formale dell’accordo di salvataggio esistente per ricevere ulteriori finanziamenti. In molti pensano che questo sarà esattamente ciò che alla fine farà Tsipras.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nella tua Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!