I dati macro impensieriscono Wall Street

A
A
A
di Luca Spoldi 3 Dicembre 2012 | 16:02

Oro e petrolio in rialzo, frenano i T-bond mentre gli operatori continuano ad attendere notizie da Washington sul fiscal cliff


Il deludente dato dell’indice Ism manifatturiero di novembre (calato a sorpresa a 49,5 punti, il minimo dal luglio 2009) impensierisce Wall Street, che dopo un’ora e mezza di scambi vede il Dow Jones oscillare in calo dello 0,13%, mentre l’S&P500 non va oltre il +0,12%, il Nasdaq segna +0,19% (semiconduttori: -0,02%) e le small cap del Russell 2000 cede lo 0,14%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale risalire sul’1,63% (dall’1,61% di venerdì) e quello del trentennale sul 2,83% (dal 2,81%). Dal canto suo l’oro oscilla a 1718,30 dollari l’oncia (5,6 dollari l’oncia più di venerdì scorso) e l’argento a 33,76 dollari (48 centesimi di guadagno), mentre il petrolio rimbalza a 89,84 dollari al barile (96 centesimi sopra l’ultima chiusura).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti