Allarme pignoramenti, 46mila le famiglie italiane colpite

A
A
A
di Redazione 6 Dicembre 2012 | 14:48

In Italia nel 2012 questo genere di provvedimenti è cresciuto del 22,8%. Milano e Roma guidano la classifica con il numero maggiore


Quasi 46mila famiglie (il 22,8% in più rispetto al 2011) hanno subito nel corso del 2012 il pignoramento della casa, perché non più in grado di pagare le rate del mutuo. Dopo la Spagna anche per l’Italia scatta l’allarme esecuzioni immobiliari. A fare i conti sono Adusbef e Federconsumatori, secondo cui quest’anno assisteremo a un aumento dei provvedimenti di 8.512 unità rispetto al 2011.

“Dopo l’aumento fisiologico dell’ultimo anno, con un +5,2%, si impennano i pignoramenti nel 2012”, si legge nel monitoraggio delle associazioni dei consumatori, “che passano da 37.347 nel 2011 a 45.859, segnando un aumento di 8.512 pignoramenti che fa prevedere un boom ulteriore con un +22,8%”. Così, se tra il 2008 e il 2011 i pignoramenti e le esecuzioni immobiliari sono aumentati di circa il 75%, nello studio si stima che con il +22,8% del 2012, nel quinquennio il dato è praticamente raddoppiato.

Milano e Roma guidano la classifica con il numero maggiore di provvedimenti. Nel capoluogo lombardo si è avuto un incremento pari a 981 con 6.130 pignoramenti stimati nel 2012; e a Roma un +884 a quota 3.591. Terza Torino, con un +837 e 3.471 pignoramenti. In termini di aumenti percentuali, è Prato ai vertici della graduatoria con un +50,7% e +108 pignoramenti (da 213 a 321), seguita da Bolzano con un +44,3%. Terza Cagliari con un +41,1%, mentre Roma è al quarto posto con un +32,6% .

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti