Credit Suisse: da crisi possono nascere sviluppi non negativi

A
A
A
di Luca Spoldi 10 Dicembre 2012 | 14:11

Una crisi politica "non ci voleva" in questo momento in Italia, ma non è detto che l'esito sia solo negativo, visto l'accorciamento dei tempi e i possibili esiti


La crisi di governo? “Non è quello che serviva all’Italia” in questo momento, ma potrebbe anche portare a “nuovi scenari” non necessariamente negativi secondo quanto scrivono oggi gli analisti di Credit Suisse, secondo cui la volatilità è destinata a rimanere elevata fino alle urne.

L’addio di Monti, tuttavia, “accorcia la campagna elettorale, classico periodo di instabilità economica”, con le elezioni che appaiono più probabili per metà-fine febbraio anziché per metà marzo-inizio aprile. Inoltre i mercati sembrano guardare in modo “neutro” o “lievemente positivo” una eventuale futura coalizione di governo di centrosinistra e potrebbero dunque non infierire eccessivamente. Così dal punto di vista del mercato “i rischi potrebbero essere tanto al rialzo quanto al ribasso”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti