Deutsche Bank resta nell’occhio del ciclone

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Dicembre 2012 | 16:20

A Francoforte il titolo oscilla poco sopra i minimi a un mese toccati in mattinata dopo il warning sui conti del trimestre lanciato dalla banca


UNA SETTIMANA DA DIMENTICARE – Deutsche Bank tenta di ridurre le perdite che fin da stamane l’hanno spinta sui minimi da un mese a questa parte, oscillando a 32,68 euro per azione sullo Xetra Dax quando manca poco più di mezzora alla chiusura della settimana a Francoforte. Ieri sera la Procura di Francoforte aveva annunciato che quattro dei cinque impiegati della banca arrestati mercoledì nel corso resteranno in prigione con l’accusa di ostacolo alle indagini in merito a una presunta frode e conseguente evasione fiscale riguardante il trading di certificati verdi nel corso del 2009.

L'INCHIESTA – Inchiesta che segue il coinvolgimento dell’istituto nell’inchiesta sulla manipolazione del tasso Libor (per la quale la banca ha già pagato una multa da 200 milioni di euro) e l’accusa da parte della Sec di aver occultato un “buco” da 12 miliardi di euro tra il 2007 e il 2009 per evitare un bailout governativo. A questo si aggiunge la notizia diffusa stamane dalla banca che sui conti del quarto trimestre peseranno “in modo significativo” oneri di ristrutturazione e altre rettifiche contabili, collegate alle inchieste in corso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti