Wall Street in equilibrio tra speranze e timori

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Dicembre 2012 | 15:43

L'indice Pmi manifatturiero migliore delle attese in dicembre non basta a superare i timori relativi al possibile mancato accordo sul budget


IL TIMORE DEL FISCAL CLIFF BILANCIA I BUONI DATI MACRO – Wall Street resta prudente, dato che i timori riguardo il sempre più prossimo “fiscal cliff” controbilanciano le sorprese positive giunte oggi dai dati macro. Così allo scoccare della prima oar di lavoro l’indice Dow Jones segna +0,02%, l’S&P500 cede lo 0,26%, il Nasdaq cala dello 0,53% (semiconduttori: -0,23%) e le small cap del Russell 2000 restano a -0,02%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale scivolare sull’1,70% (dall’1,73% di ieri) e quello del trentennale sul 2,87% (dal 2,91%). L’oro resta a 1697,10 dollari l’oncia (30 centesimi più della vigilia), l’argento risale a 32,57 dollari (21 centesimi meglio di ieri) e il petrolio rimbalza sugli 86,48 dollari al barile (69 centesimi più dell’ultima chiusura).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti