Wall Street parte bene, poi torna a prevalere la prudenza

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Dicembre 2012 | 15:14

Più che i dati macro gli investitori continuano a monitorare l'andamento delle trattative a Washington tra Obama e i repubblicani sul tema del budget

INVESTITORI TRA VOGLIA DI RALLY NATALIZIO E PAURA DEL FISCAL CLIFF – Wall Street alterna momenti di fiducia a nuovi dubbi circa l’effettivo raggiungimento di un accordo che eviti il fiscal cliff di inizio 2013, così dopo un avvio positivo l’indice Dow Jones ripiega e segna -0,12% mentre l’S&P500 oscilla a -0,02%, il Nasdaq perde lo 0,15% (semiconduttori: +0,63%) e le small cap del Russell 2000 retrocedono dello 0,27%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale ridiscendere sull’1,80% (dall’1,83% di ieri) e quello del trentennale sul 2,98% (dal 3,01%). L’oro resta debole a 1668,30 dollari l’oncia (5 dollari sotto i livelli della vigilia), l’argento cala a 31,33 dollari (36 centesimi di perdita) mentre il petrolio rimane sugli 88,13 dollari al barile (18 centesimi più dell’ultima chiusura).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Wall Street continua a muoversi lateralmente

NEWSLETTER
Iscriviti
X