Wall Street come i gamberi su timori legati al budget

A
A
A
di Luca Spoldi 21 Dicembre 2012 | 15:18

Il ritiro del "piano B" repubblicano sul budget rende nervosi gli investitori. In recupero oro e T-bond


FISCAL CLIFF SEMPRE PIU' VICINO, WALL STREET IN RETROMARCIA – L’abbandono del “piano B” da parte dei repubblicani a causa di divisioni interne sulla linea da tenere nel braccio di ferro sul budget col presidente Barack Obama espone l’America al rischio che il fiscal cliff tanto temuto si concretizzi a inizio gennaio.

Così Wall Street torna a perdere quota con l’indice Dow Jonese in calo dello 0,86%, l’S&P500 in rosso dell’1,14%, il Nasdaq che perde l’1,40% (semiconduttori: -1,72%) e le small cap del Russell 2000 che arretrano dello 0,96%.

Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale calare sull’1,74% (dall’1,80% di ieri) e quello del trentennale scivolare sul 2,93% (dal 2,98%), mentre l’oro oscilla attorno a 1651,20 dollari l’oncia (2,4 dollari di recupero), l’argento scivola a 29,98 dollari (altri 2 centesimi meno di ieri) e il petrolio torna sugli 89,30 dollari al barile (69 centesimi sotto i livelli della vigilia).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti