Immobili: prezzi in calo del 5% nel 2012

A
A
A
di Redazione 3 Gennaio 2013 | 15:33

Per la prima volta nelle rilevazioni del portale il repricing si allarga a tutti i grandi mercati. Su base trimestrale, sono aumentate le città in segno negativo rispetto alla passata rilevazione

L'INDAGINE SUGLI IMMOBILI – In calo del 5% i prezzi di richiesta del parco immobiliare già esistente nelle città capoluogo italiane nel 2012. Secondo quanto emerge dai dati raccolti dal portale immobiliare Idealista.it, nell'ultima rilevazione dell'anno appena trascorso, su un campione di 44.189 annunci del portale solo quattro dei 39 capoluoghi italiani chiudono l'anno in terreno positivo.

AUMENTA IL SEGNO NEGATIVO – Per la prima volta nelle rilevazioni del portale il repricing si allarga a tutti i grandi mercati. Su base trimestrale, sono aumentate le città in segno negativo rispetto alla passata rilevazione (il 70% contro il 61% del terzo trimestre) in un anno segnato da compravendite a picco, recessione e tassazione alle stelle il repricing si è accentuato solo a partire dalla seconda parte dell'anno appena trascorso, approdando ai grandi mercati.

LE GRANDI CITTA' – In particolare quello della capitale sconta un "taglio" del 6,6%, sensibilmente sopra la media nazionale, mentre Napoli (-1,9%) e Milano (-1,0%) oscillano tra alti e bassi , ma mostrano una sostanziale tenuta rispetto al contesto generale tra le città maggiori, a Padova (-16,4%). Proprietari in fase di profondo ravvedimento anche a Bari (-7,1%), Bologna (-5,5%), Catania (-5,4% ) e Firenze (-5,3%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercato immobiliare, le previsioni (in chiaroscuro) per la ripartenza dopo il Covid

Il Decreto Agosto proroga il bonus affitti: ecco cosa cambia

Decreto liquidità, ecco le misure previste per la prima casa

NEWSLETTER
Iscriviti
X