Francia colloca 8 miliardi di bond. Decennale oltre il 2%

A
A
A
di Redazione 3 Gennaio 2013 | 11:44

Assegnati Oat decennali 2022 per 3,53 mld al rendimento del 2,07% ed un tasso di copertura pari a 1,724 volte. Lo spread ha registrao un oscillamento minimo
 


RITMI FESTIVI – Mentre il tasso del decennale italiano resta sui minimi da novembre 2010 e si attesta al 4,2% dal 4,28% di ieri sera, la Francia ha piazzato tutti gli otto miliardi in offerta di Oat (Obligations Assimilables au Trésor) a lungo termine. Nonostante il picco di ieri dovuto all’accordo sul fiscal cliff americano, il mercato viaggia ancora su ritmi festivi, almeno fino a prossima settimana.

ASTA FRANCESE – Nel dettaglio, Parigi ha piazzato titoli al 2019 per 1,63 miliardi al rendimento medio dell'1,32% (dall'1,27% precedente) e le richieste hanno superato il quantitativo offerto di 2,14 volte. Il bond 2020, allocato per 1,668 mld, rende l'1,46% con bid-to-cover risultato pari a 1,98. Assegnati Oat decennali 2022 per 3,53 mld al rendimento del 2,07% ed un tasso di copertura pari a 1,724 volte e infine Oat 2032 per 1,165 mld di euro con rendimento al 2,84% e bid to cover pari a 2,24.

ACQUISTI DELLE BANCHE – Oggi inoltre la Bce ha divulgati dati che mostrano che le banche italiane e spagnole hanno comprato debito governativo nel mese di novembre. In particolare le banche italiane hanno speso 2,1 miliardi di euro netti in titoli di Stato, con il valore totale salito a un livello record di 370,1 miliardi. Gli istituti spagnoli, invece, hanno aggiunto 4,2 miliardi di euro alle loro posizioni in bond governativi, dopo un calo di 5,2 miliardi registrato a ottobre. Il totale di titoli sovrani, aggiustato al valore di mercato, è salito a 259,4 miliardi. Anche le banche portoghesi hanno aumentato il loro ammontare di titoli di Stato, aggiungendo 728 milioni di euro, mentre il totale di quelle greche è rimasto praticamente invariato, ha concluso Eurotower.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X