Cresce la fiducia economica globale, ma non in Italia

A
A
A
di Redazione 3 Gennaio 2013 | 11:20

Negli Usa l’ottimismo cresce di 13 punti percentuali. A livello mondiale l’indice “Net Hope” cresce da -2% di fine 2011 a +7% attuale. Il nostro Paese resta invece negativo


IL SONDAGGIO – I dati del nuovo sondaggio mondiale di fine anno ci mostrano una “epidemia” di ottimismo globale. L’indagine rivela che la depressione globale è in calo: le speranze per la situazione economica nell’anno nuovo crescono dal -2% al 7% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, evidenziando quindi un rialzo del 9%. In particolare, negli Usa l’indice “Net Hope” (la “speranza netta”, ossia la differenza tra gli ottimisti e i pessimisti riguardo alle prospettive economiche per l’anno nuovo) cresce di ben 13 punti percentuali (da -21% a -8%), mentre in Europa, dopo il forte calo registrato l’anno scorso rispetto al 2010, l’indice “Net Hope” è sostanzialmente stabile (-23% nel 2010, -46% nel 2011 e -48% nel 2012).

LA RICERCA – La ricerca è stata condotta dal più grande network mondiale di istituti di ricerca indipendenti, WIN-Gallup International, di cui Doxa è il partner per l’Italia. Sono stati coinvolti 54 Paesi e realizzate più di 55.500 interviste, coprendo la maggior parte della popolazione mondiale. Il network effettua questo sondaggio annuale da 35 anni, fin dal 1977. Dal barometro emerge che il 35% della popolazione mondiale pensa che il 2013 sarà un anno di maggiore prosperità economica rispetto al 2012, mentre il 28% si aspetta un anno di maggior difficoltà economica rispetto a quello che sta per finire. Il 29% prevede una situazione invariata.

ITALIA NEGATIVA – Secondo i dati Doxa, in Italia vi sono 5% di ottimisti e 37% di pessimisti, con un saldo quindi del -32%, lievemente in calo rispetto al -30% rilevato nel nostro paese a fine 2011. La top 10 degli ottimisti include cinque paesi asiatici (Azerbaijan, Arabia Saudita, Cina, India e Filippine), tre paesi dell’America Latina (Brasile, Peru ed Ecuador), un paese transcaucasico (Georgia) ed un paese africano (Mozambico). La top 10 dei pessimisti annovera invece nove paesi europei (Portogallo, Belgio, Spagna, Germania, Irlanda, Bosnia, Francia, Uk e Polonia) ed un solo paese asiatico (Libano).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti