Le banche Usa non sono più una minaccia per l’economia

A
A
A
di Luca Spoldi 10 Gennaio 2013 | 14:21

Secondo il guru di Wall Street gli istituti avrebbero ricostituito abbastanza capitale dopo le dismissioni, i tagli e la raccolta di mezzi freschi effettuati in questi anni


BUFFET: BANCHE USA NUOVAMENTE SOLIDE, FIDATEVI – Secondo il famoso investitore americano Warren Buffett, le maggiori banche Usa hanno ricostituito abbastanza capitale da non costituire più una minaccia per l’economia statunitense.

Il guru di Wall Street, che da decenni opera attraverso la finanziaria Berkshire Hathaway con cui in questi anni ha anche investito in alcuni dei maggiori gruppi finanziari a stelle e strisce, ha sottolineato in un’intervista a Bloomberg come i coefficienti patrimoniali siano ormai elevati e gli eccessi sul lato degli investimenti siano stati in gran parte ripuliti, grazie alla cessione di asset, alla riduzione degli staff e all’irrobustimento del capitale portato avanti da gruppi come Bank of America e Citigroup.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti