Saipem: l’allarme degli utili costerà a Eni circa 200 milioni di euro nel 2013

A
A
A
di Redazione 30 Gennaio 2013 | 12:06

Secondo quanto afferma il direttore finanziario della major petrolifera italiana, Massimo Mondazzi l'impatto del profit warning della controllata Saipem sarà circa il 3% dell'ultimo utile annuale

L'IMPATTO SU ENI – Revisione al ribasso dei ricavi e dei profitti del 2013, indagini per tangenti in alcune commesse in Algeria nel 2009: ecco i motivi del crollo del titolo Saipem in Borsa, la controllata Eni. Già, Eni: quali saranno gli impatti della vicenda sulla società guidata da Paolo Scaroni? Secondo quanto afferma il direttore finanziario della major petrolifera italiana, Massimo Mondazzi, in una dichiarazione all'agenzia di stampa Reuters, l'impatto sarà di circa 200 milioni di euro nel 2013, circa il 3% dell'ultimo utile annuale.

LA RIPRESA NEL 2014 – Il manger ha anche aggiunto che "la flessione sarà transitoria e si avrà una significativa ripresa già dal 2014 e ricordiamo che Eni, nel definire i propri obiettivi di business e di remunerazione degli azionisti, ha come riferimento le prospettive di lungo periodo dell'intero gruppo. Inoltre i principali progetti 'upstream' di Eni su cui è impegnata Saipem continuano come da programmi previsti".

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X