Gli ordini alle industrie deludono le attese

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Febbraio 2013 | 15:20

Sotto pressione sia gli indici azionari sia le quotazioni petrolifere, dopo ordini alle industrie che salgono meno del previsto in dicembre mettendo in forse la solidita' della ripresa

ORDINI ALLE INDUSTRIE USA MENO BRILLANTI DELLE ATTESE – Come qualche operatore temeva il dato sui nuovi ordini alle aziende statunitensi di dicembre si rivela più debole delle attese: +1,8% dopo il +0,3% (dato rivisto contro una stima iniziale che indicava nessuna variazione) di novembre, meno dunque del +2,3% messo in conto dal consensus degli analisti anche tenendo conto dell’aggiustamento del dato del mese precedente.

PETROLIO IN CALO A NEW YORK – La domanda per i soli beni durevoli è cresciuta del 4,3% (rispetto al +4,6% stimato la scorsa settimana), mentre quella di beni non durevoli è calata dello 0,3% (a causa in particolare del calo segnato da prodotti petroliferi e tabacco). Dopo il dato gli indici di Wall Street accentuano inizialmente il calo per poi tentare un nuovo recupero parziale (Dow Jones -0,67%, S&P500 -0,63%, Nasdaq -0,48%), col future sul petrolio a 96,20 dollari al barile, in calo di oltre un dollaro e mezzo da venerdì.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X