Wall Street sente aria di acquisizioni

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Febbraio 2013 | 23:22

Il mercato azionario sale in scia a notizie di nuove operazioni straordinarie e di un ritorno d'interesse su Google e sui titoli bancari


TRA OFFICE DEPOT E IL CONGRESSO – Wall Street guadagna terreno, complici le attese per nuove operazioni di fusione e acquisizione come quella che Office Depot dovrebbe lanciare su OfficeMax, oltre che per la ritrovata forma di Google e dei titoli bancari. A fine giornata, dopo anche che il presidente Barack Obama è tornato a fare pressioni sul Congresso per un accordo sul taglio del deficit federale che eviti lo scattare di tagli automatici da 1,2 triliardi di dollari a partire dal primo marzo prossimo, l’indice Dow Jones chiude a +0,39%, l’S&P500 finisce a +0,73%, il Nasdaq chiude in rialzo dello 0,68% (semiconduttori: +1,20%) e le small cap del Russell 2000 guadagnano lo 0,96%.

TREASURIES, SALGONO I RENDIMENTI – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale risalire sul 2,03% (dal 2,01%) e quello del trentennale sul 3,21% (dal 3,18%), mentre l’oro cala a 1.604,20 dollari l’oncia (5,3 dollari meno di venerdì), l’argento è fissato a 29,42 dollari (43 centesimi di ribasso) e il petrolio risale a 96,66 dollari al barile (76 centesimi sopra la precedente chiusura).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti