Cattive notizie dagli Stati Uniti per Wegelin & Co.

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Marzo 2013 | 08:57

Il più antico istituto privato svizzero rischia di chiudere i battenti dopo che una sentenza l'ha condannato al pagamento di una maximulta da 58 milioni di dollari per frode fiscale

MAXIMULTA PER WEGELIN – Brutte notizie dagli Stati Uniti per Wegelin & Co., la più vecchia banca private svizzera (venne fondata 272 anni fa), a cui le autorità statunitensi hanno intimato di pagare circa 58 milioni di dollari di multa (che si aggiungono ai 16,3 milioni già congelati dal fisco statunitense sui conti correnti detenuti dal gruppo negli States, misura contro la quale Wegelin si era già accordata per non fare ricorso)

L'EVASIONE DELLE TASSE – La novità è arrivata al termine di una causa aperta dall’Internal revenue service, che vedeva l’istituto accusato di aver aiutato alcuni contribuenti americani a evadere tasse per oltre 1,2 miliardi di dollari. Una multa che Wegelin trova sproporzionata e tale da obbligarla a cessare le attività.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Svizzera, grandi istituti in difesa

Cameroni (Lemanik): “Nel 2016 le obbligazioni finanziarie possono sovraperformare”

Banche svizzere, il patrimonio cresce grazie agli emergenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X