Asta Btp: prova superata, ma rendimenti in rialzo

A
A
A
di Redazione 13 Marzo 2013 | 16:02

Il Tesoro ha collocato Btp a 3 e 15 anni per 5,323 miliardi di euro, contro un target massimo di 5,5 miliardi. Il rendimento medio sul Btp 2028 è salito al 4,90%, quello al 2015 è salito al 2,48%
 

TESORO, MA TASSI SU – Il Tesoro ha collocato Btp a 3 e 15 anni per 5,323 miliardi di euro, contro un target massimo di 5,5 miliardi, ma ha dovuto offrire tassi più alti. Il rendimento medio sul Btp 2028 è salito al 4,90% dal 4,805% di febbraio, senza quindi sfondare la soglia del 5%. Il rendimento sul Btp 2015 è salito al 2,48% dal 2,30% di un mese fa. Il rendimento del Btp a 3 anni ha rivisto i massimi da dicembre e la domanda ha superato l'offerta di 1,28 volte contro 1,37 dell'asta di febbraio. Anche per il Btp a 15 anni il rapporto di copertura è stato pari a 1,28.

ASTA CCTEU – Il Tesoro ha venduto anche Ccteu con scadenza giugno 2017 al rendimento del 2,95% e con scadenza aprile 2018 al rendimento del 3,03%. Assegnati 1,67 miliardi di euro contro un importo massimo complessivo di 1,75 mld.

SOTTO L’IMPORTO MASSIMO – È la prima volta da un mese, ricorda l’Ansa, che il Tesoro decide di non assegnare l'importo massimo di Btp in offerta. Questa volta per i Btp a 3 anni si è preferito collocare 3,323 miliardi contro un target di 3,5 miliardi a fronte di una domanda che ha raggiunto i 4,27 miliardi. Già lo scorso 13 febbraio, seppure con uno scarto infinitesimale, erano stati assegnati Btp triennali per 3,45 miliardi contro un target di 3,5 miliardi. Nel caso del Btp a 15 anni, invece, oggi è stato assegnato il target massimo prefissato di 2 miliardi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X