Eurostat: frenata delle costruzioni nell’Eurozona, crollo in Italia

A
A
A
di Redazione 19 Marzo 2013 | 15:20

Le costruzioni in Eurozona hanno registrato un calo del 4,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente per l'insieme dei 17 paesi della moneta, ma per l'Italia il dato è un vero e proprio crollo del 14,9%


I DATI EUROSTAT – Secondo Eurostat nel quarto trimestre 2012 le costruzioni in Eurozona hanno registrato un calo del 4,4% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente per l'insieme dei 17 paesi della moneta, ma per l'Italia il dato è un vero e proprio crollo del 14,9%. Peggio, solo in Slovenia (-21,6%), Grecia (-19,0%), Portogallo (-18,5%).

IN DETTAGLIO – L'indice trimestrale, corretto dei giorni lavorativi, prendendo il 2010 come base 100 indica che nel quarto trimestre 2012 il valore in Italia è di 83,3, mentre nell'Eurozona è 98,6 e nell'insieme dell'Europa a 27 si registra una leggera crescita (100,7). In crescita anche la Germania (107,3), praticamente ferma la Francia (99,4), in contrazione la Gran Bretagna (93,9). Su base mensile, come riporta l'agenzia di stampa Ansa, Eurostat indica che a gennaio 2013 la produzione è calata di -1,4% rispetto al mese precedente nell'Eurozona. Il quarto trimestre ha fatto registrare -1,1% rispetto al trimestre precedente per i 17 paesi dell'euro e -3,4% in Italia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X