Ora Fitch colpisce le banche: declassate UniCredit, Intesa e Bnl

A
A
A
di Redazione 19 Marzo 2013 | 10:10

Sono stati confermati invece i rating di Mps e Banco Popolare, ma l’outlook di questi due istituti è passato da stabile a negativo


BANCHE ITALIANE NEL MIRINO – Dopo il downgrade dell'Italia a BBB+ con outlook negativo dell'8 marzo scorso, Fitch ha abbattuto la propria scure anche sulle banche italiane.

DECLASSATE UNICREDIT, INTESA, BNL E AGOS – L’agenzia di rating ha declassato il rating a lungo termine di Intesa Sanpaolo e UniCredit a BBB+ da A- con outlook negativo. I rating a breve dei due istituti di credito sono stati invece confermati a F2 e il rating di supporto a 2. Ma non è tutto: nel mirino di Fitch sono finite anche Agos Ducato e Banca Nazionale del Lavoro, declassate ad A- da A con outlook negativo, mentre sono stati confermati i rating di Mps e Banco Popolare.

OUTLOOK NEGATIVO PER MPS E B. POPOLARE – L’outlook di questi ultimi due istituti però è passato da stabile a negativo. I downgrade, ha spiegato l’agenzia, “riflettono l'impatto diretto del calo del rating dell'Italia”. Si tratta comunque di una mossa attesa, osservano gli analisti di Intermonte, sottolineando che così il giudizio di Fitch su Intesa e UniCredit si è allineato a quello di Standard&Poor’s.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X