Usa: le transazioni immobiliari di febbraio deludono Wall Street

A
A
A
di Luca Spoldi 27 Marzo 2013 | 14:32

L'indice delle "pending home sales" cala dello 0,4% rispetto al mese precedente e pur mostrando un rialzo di oltre l'8% dal febbraio 2012 resta di meno del 5% superiore ai livelli del 2001


PENDING HOME SALES – Deludente inizio di seduta a Wall Street, dove sui titoli finanziari tornano a prevalere le vendite al pari che su alcuni nomi delle materie prime, dopo che il dato delle transazioni immobiliari ancora da concludere (“pending home sales”) ha deluso le attese calando dello 0,4% in febbraio (ma rimanendo di oltre l’8% superiore ai valori del febbraio 2012), secondo quanto annunciato oggi dalla National Association of Realtors.

INVESTITORI PREOCCUPATI -Un segnale che molti hanno colto come una nuova frenata in vista del mercato immobiliare, che dopo il crollo seguito il collasso dei mutui subprime e il fallimento di Lehman Brothers resta a malapena sopra i livelli del 2001 (quando l’indice delle pending home sales, attualmente a quota 104,8, partì da quota 100).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X