New York positiva grazie ai dati macro

A
A
A
di Luca Spoldi 26 Marzo 2013 | 14:13

Ordini di beni durevoli e indice del valore degli immobili in crescita negli Usa, così gli indici del listino azionario superano le incertezze e ripartono. Più cauti i T-bond e l'oro, bene il petrolio


I DATI MACRO AIUTANO WALL STREET – Inizio di giornata positivo a Wall Street dove dopo la prima mezzora di lavoro il Dow Jones segna +0,62%, l’S&P500 guadagna lo 0,50%, il Nasdaq è a +0,47% (semiconduttori: +0,67%) e le small cap del Russell 2000 oscillano a +0,30%. Aiutano il mercato azionario i dati relativi agli ordini di beni durevoli, saliti del 5,7% a febbraio dopo il -3,8% segnato il mese precedente, e l’incremento dell’indisce S&P/Case-Shiller relativo al valore degli immobili, in crescita dell’8,1% annuo a fine gennaio rispetto al +6,8% segnato a fine 2012.

MERCATO OBBLIGAZIONARIO – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale risalire all’1,94% (dall’1,92% di ieri) e quello del trentennale sul 3,16% (dal 3,15%). L’oro è indicato a 1597,60 dollari l’oncia (8,9 dollari meno dell’ultima chiusura), l’argento scivola a 28,67 dollari (15 centesimo sotto il fixing precedente) e il petrolio sale a 95,71 dollari al barile (0,90 dollari di guadagno).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti