New York prende fiducia grazia a dati macro e utili

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Marzo 2013 | 22:14

Indici di nuovo in rialzo sul listino americano dopo la revisione al rialzo del Pil del IV trimestre 2012 e i segnali positivi giunti dalle borse europee, Milano esclusa. Bene anche il petrolio, in calo l'oro


IL PIL AMERICANO METTE DI BUON UMORE WALL STREET – La chiusura positiva delle borse europee (Milano esclusa), l’ulteriore crescita, per il terzo anno consecutivo, dei profitti delle maggiori aziende quotate e la revisione al rialzo del Pil del quarto trimestre (da +0,1% a +0,4%) consentono a Wall Street di tornare a crescere dopo il passaggio a vuoto di ieri.

INDICI AZIONARI SUI MASSIMI, BENE ANCHE IL PETROLIO – Così a fine giornata il Dow Jones segna +0,36%, l’S&P500 guadagna lo 0,41%, il Nasdaq termina a +0,34% (semiconduttori: +0,72%) e le small cap del Russell 2000 recuperano lo 0,14%. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento del decennale risalire sull’1,85% (dall’1,84% di ieri) e quello del trentennale sul 3,10% (dal 3,09%). L’oro è fissato a 1595,70 dollari l’oncia (10,3 dollari meno della precedente chiusura), l’argento scivola a 28,32 dollari (altri 33 centesimo di perdita) e il petrolio sale a 97,23 dollari al barile (1,71 dollari meglio della vigilia).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X