Anima sgr, con i fondi i portafogli sono meno volatili

A
A
A
di Redazione 3 Aprile 2013 | 07:16

Secondo Giuseppe Zadra, presidente di Am Holding, il modo migliore per proteggere i risparmi è quello di affidarsi a un gestore professionale


Gli italiani tornano a guardare con interesse al mondo dei fondi comuni di investimento e iniziano a ritrovare l’appetito per rendimenti più elevati, seppur ancora con un occhio di riguardo alla protezione del capitale. È quanto è emerso dall’ultima edizione dell’osservatorio realizzato da Anima sgr in collaborazione con la società di ricerche di mercato Gfk Eurisko. Il nostro settimanale, Soldi&bluerating, ha commentato i dati con il presidente di Am Holding, Giuseppe Zadra.

Gli italiani dunque hanno capito l’importanza del risparmio. È così?
Il risparmio c’è sempre stato, anche se nella crisi abbiamo avuto momenti di riduzione. Nel 2011 c’è stata una lievissima diminuzione dei depositi bancari: una dinamica molto rara. Invece nel 2012 c’è stata una ripresa e, a partire dall’estate, anche nel nostro settore. I dati dell’indagine Eurisko mostrano infatti come il risparmio continui a essere un valore essenziale. Gli italiani, di fronte a una diminuzione del reddito, hanno tagliato sui consumi non necessari.

Come si spiega il ritrovato interesse verso i fondi comuni?
Un portafoglio diversificato è molto meno volatile verso il basso di un portafoglio fai-da-te. Il modo vero per proteggere i risparmi, pertanto, è quello di affidarsi a un gestore professionale.

Il mercato italiano dei fondi è ancora molto frammentato: come orientarsi? Qual è il suo suggerimento a riguardo?
La gestione del risparmio richiede elevate competenze e risorse adeguate. Noi, come Anima, possiamo contare su un team di oltre 40 gestori, un assetto che comporta un livello di costi sostenibile solo con determinate masse in gestione. Il segreto sta nella specializzazione e nella ricerca.

Anima come si sta muovendo in questo scenario?
Per gestire i fondi bilanciati Capitale più in ottica multi-manager, Anima sta guardando con attenzione alle competenze di player internazionali per elevare la qualità gestionale dell’azienda anche su aree geografiche lontane e temi di investimento particolari. In Europa e in Italia abbiamo tutte le competenze necessarie per garantire il nostro business.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X