Fiat non festeggia i dati di Chrysler

A
A
A
di Luca Spoldi 2 Aprile 2013 | 12:46

Nonostante l'ennesimo incremento delle vendite, superiore alle attese, per la controllata statunitense, il titolo Fiat perde colpi a Piazza Affari


CHRYSLER VOLA ANCHE IN MARZO NEGLI USA Fiat in rosso dell’1,8% abbondante a Piazza Affari, nonostante i dati positivi di Chrysler, le cui vendite sono salite a marzo del 5% a 171.606 immatricolazioni negli Stati Uniti (il miglior dato dal dicembre 2007), grazie in particolare al crescente successo della compatta Dodge Dart. Si tratta del 36esimo mese in cui le vendite della controllata statunitense del gruppo di Torino segnano un incremento, la sequenza più lunga di risultati positivi per il gruppo sin dal 1985. Con un incremento del 3% anche la Fiat500 segna l’ennesimo record di vendita, con 3.807 veicoli immatricolati, dato che porta a 9.612 vetture il dato da inizio anno (+9% sull’analogo periodo del 2012).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X