Bpm in luce a Piazza Affari, sindacati divisi su trasformazione in spa

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Aprile 2013 | 11:17

Caute aperture alla trasformazione societaria della banca meneghina dalla Fisac-Cgil, mentre Fiba-Cisl pare ostile e Ugl Credito e Fabi o non si pronunciano o forniscono dichiarazioni contrastanti


BPM, LA SPA SI AVVICINA? – Mattinata positiva per Bpm, che a metà seduta guadagna il 5,6% a 0,485 euro per azione, dopo le aperture all’ipotesi di trasformazione in spa da parte del segretario Fisac-Cgil, Agostino Megale, in un’intervista alla stampa. Un’apertura ancora condizionata (Megale propone un “lock up” di tre anni per favorire una scelta “serena” da parte dei soci-dipendenti), che però rompe ulteriormente il fronte sindacale, dopo l’ostilità manifestata da Fiba-Cisl (che giudica l’operazione “inattuale”), alcune dichiarazioni contrastanti di Ugl Credito, mentre il sindacato autonomo Fabi ha finora evitato di prendere posizione apertamente sull’argomento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X