Mps, in arrivo nuove accuse per Mussari e Vigni

A
A
A
di Redazione 8 Aprile 2013 | 10:32

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, l'ex presidente e l'ex direttore generale dell’istituto potrebbero essere chiamati a rispondere della contraffazione delle scritture contabili


NUOVE ACCUSE – All'interno di  Banca Monte dei Paschi di Siena sono stati falsificati bilanci dal 2009 al 2011 e per questo l'ex presidente Giuseppe Mussari e l'ex direttore generale Antonio Vigni, già indagati nell'ambito del filone principale dell'inchiesta sull’istituto senese, potrebbero essere chiamati a rispondere della contraffazione delle scritture contabili e delle certificazioni finali compiute nel tentativo di occultare “la voragine dei conti”. È quanto scrive oggi il Corriere della Sera, secondo cui i Pm titolari dell'inchiesta, Antonino Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso, avrebbero già disposto nuove verifiche: se arrivassero ulteriori conferme, scrive ancora il quotidiano, la posizione di Mussari e Vigni si aggraverebbe ulteriormente.

LA RELAZIONE DI BANKITALIA –  All'attenzione dei magistrati anche la relazione di Bankitalia che, dopo l'ispezione, ha contestato ai vecchi vertici del Monte sanzioni per 5 milioni di euro complessivi. Potrebbe anche allungarsi la lista degli indagati. Infine il Corriere scrive che i magistrati stanno aspettando i risultati dell'autopsia su David Rossi, l'ex capo area del Monte dei Paschi suicidatosi la sera del 6 marzo scorso.

RIESAME PER BALDASSARRI – Intanto oggi è in corso al Tribunale del Riesame di Firenze l'udienza chiesta dall'avvocato Filippo Dinacci, difensore di Gianluca Baldassarri, in carcere dal 17 marzo scorso a Firenze nell'ambito dell'inchiesta su Mps. In Aula c'è anche Baldassarri che, arrestato il 14 febbraio scorso era stato poi rilasciato il 16 marzo per un “vizio di forma” e poi nuovamente arrestato 24 ore più tardi su richiesta dei pm titolari dell'inchiesta.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti