Il lato oscuro della produttività: tagliare i dipendenti per far crescere gli utili

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Aprile 2013 | 11:38

Nonostante i risultati record del 2012, le prime sei banche di Wall Street hanno già lasciato a casa altre 21 mila persone nei soli primi tre mesi dell'anno. La più pronta a tagliare è Jp Morgan Chase

WALL STREET: MENO LAVORO, PIU' PROFITTI – Come fare a far crescere gli utili se l’economia non corre più come una volta? Tagliando i costi, è la risposta di sempre più aziende e banche, anche negli Usa. Così nonostante il 2012 abbia visto le prime sei banche di Wall Street registrare i maggiori utili dal 2006 a oggi, nei primi tre mesi dell’anno gli stessi gruppi hanno già annunciato altri 21 mila licenziamenti (pari a una riduzione degli organici dell’1,8% secondo quanto segnala l’agenzia Bloomberg). Un dato che rappresenta a sua volta un primato almeno dal terzo trimestre del 2011. La più rapida a licenziare è stata finora Jp Morgan Chase, che ha già annunciato di voler ridurre di 17 mila posizioni la propria forza lavoro entro la fine del prossimo anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche Usa, in arrivo tesoro da 2mld ai soci

Banche Ue-Usa, la superlega delle top 15: utili come la sola JpMorgan

Usa, le banche autorizzate ufficialmente a utilizzare le stablecoin

NEWSLETTER
Iscriviti
X