Nuovi record storici a New York, in calo oro e T-bond

A
A
A
di Luca Spoldi 10 Aprile 2013 | 20:15

Indici azionari sui massimi di sempre, grazie agli stimoli delle banche centrali giapponese ed europea e alla partenza positiva della stagione delle trimestrali. Bene anche il petrolio, cedono T-bond e oro


IL TAGLIO DELLE STIME DI GOLDMAN SACHS ABBATTE L'ORO – Wall Street migliora i suoi massimi storici, con l’indice Dow Jones che chiude a +0,85%, mentre l’S&P500 segna +1,28%, il Nasdaq guadagna l’1,79% e il Russell 2000 l’1,78%. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale risalire sull’1,81% (dal’1,75% di ieri) e quello sul trentennale sul 3% (dal 2,93%). L’oro dopo il taglio delle stime 2013-2014 da parte di Goldman Sachs cala sui 1559,6 dollari l’oncia (27,5 dollari sotto la chiusura precedente) , l’argento torna sui 27,63 dollari (26 centesimi di perdita) mentre il petrolio dopo un’apertura incerta risale a 94,51 dollari al barile (37 centesimi sopra l’ultimo fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X