Mercato scosso da dati e notizie di cronaca, oro in caduta libera

A
A
A
di Luca Spoldi 15 Aprile 2013 | 20:40

La notizia di due esplosioni al termine della maratona di Boston aumenta il nervosismo della borsa di New York, ma a pagare lo scotto maggiore sono oro, argento e petrolio. In ripresa i T-bond


BOMBE A BOSTON, NEW YORK IN DECISO CALO – Anche Wall Street risente come previsto dei dati macro cinesi, oltre che delle notizie provenienti da Boston dove due esplosioni vicine all’arrivo della maratona che si correva oggi hanno causato almeno 2 morti e 22 feriti secondo le prime notizie. Così il Dow Jones a fine giornata cede l’1,79%, mentre l’S&P500 perde il 2,30%, il Nasdaq segna -2,38% e le small cap del Russell 2000 chiudono a -3,78%.

L'ORO CROLLA DI 127 DOLLARI L'ONCIA – Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale calare sull’1,69% (dall’1,72% di venerdì) e quello sul trentennale scivola sul 2,87% (dal 2,92%). L’oro accusa ancora i contraccolpi di un "sell" (vendere) emesso da Goldman Sachs e precipita ancora a 1357,3 dollari l’oncia (altri 127,1 dollari sotto la chiusura precedente) , l’argento cade sui 22,57 dollari (3,46 dollari di perdita) mentre il petrolio torna sugli 88,21 dollari al barile (2,73 dollari sotto l’ultimo fixing).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X