New York e Londra, il mercato immobiliare che non conosce crisi

A
A
A
di Redazione 17 Aprile 2013 | 14:32

Secondo il portale Immoibliare.it, gli unici elementi negativi che vengono segnalati sono la scarsità di appartamenti messi in vendita o in affitto che comportano un incremento notevole dei prezzi


NIENTE CRISI – Il mercato degli immobili di New York e di Londra sembra non conoscere la parola crisi. Lo sottolinea il portale Immobiliare.it. A Manhattan, per esempio, lo scorso mese i prezzi delle locazioni sono aumentati in modo più rapido rispetto a quanto accadduto nell’ultimo semestre. E insieme alla salita dei prezzi, crescono anche le firme dei contratti.

LATO NEGATIVO – Unico lato negativo, continua Immobiliare.it, è il quantitativo di case messe in vendita nel quartiere di New York, sceso del 34% nei primi tre mesi di quest’anno il che rappresenta il valore più elevato dei passati dodici anni periodo in cui era rimasto pressoché identico. Dato che si giustifica con l’incremento degli affitti.

IL MERCATO LONDINESE – La situazione è molto simile a quella del mercato britannico dove sette mesi di aumenti hanno fatto lievitare i costi delle abitazioni così tanto da sorpassare qualsiasi record mai raggiunto in precedenza; in Inghilterra i costi delle abitazioni sono aumentati mediamente dello 0,2% ogni mese portando il prezzo medio di una casa intorno alle 230mila sterline.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X