New York in ripresa dopo avvio incerto

A
A
A
di Luca Spoldi 19 Aprile 2013 | 21:15

Giornata movimentata a Wall Street, dove però prevalgono gli acquisti grazie ad alcune trimestrali migliori delle attese e al rimbalzo di oro e petrolio dopo alcune sedute pesanti


SEDUTA INIZIATA MALE, FINITA IN DENARO NONOSTANTE TENSIONI – Nonostante un avvio di seduta incerto a New York, complice anche la tensione per la caccia all’uomo in corso a Boston dove uno dei due sospetti per l’attentato alla maratone è stato ucciso dopo un conflitto a fuoco e l’altro è ricercato senza sosta, l’indice Dow Jones a fine giornata resta a +0,07%, mentre l’S&P500 recupera lo 0,88%, il Nasdaq guadagna l’1,25% grazie ai buoni numeri di Microsoft e Google (ma non di Ibm) e le small cap del Russell 2000 chiudono a +1,22%. Dal canto loro i T-bond vedono il rendimento sul decennale risalire sull’1,70% (dall’1,69% di ieri) e quello sul trentennale sul 2,88% (dal 2,86%). L’oro si riporta a 1401,50 dollari l’oncia (9,6 dollari sopra la chiusura precedente), l’argento resta sui 23,18 dollari (4 centesimi di guadagno) e il petrolio rimbalza sugli 87,91 dollari al barile (42 centesimi meglio dell’ultimo fixing) dopo voci di una prossima riunione straordinaria dell’Opec.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X